In un probiotico la chiave contro l’autismo?


In un batterio della flora intestinale un possibile aiuto contro l’autismo? Infatti, ripopolando con il batterio  lactobacillus reuteri, l’intestino di topolini affetti da una malattia simile all’autismo, si è visto che gli animali riacquistavano la capacità di relazione, uno dei deficit più comuni nel disturbo autistico.
Lo rivela una ricerca di Mauro Costa Mattioli del “Baylor College of Medicine” di Houston, in Texas,  pubblicata sulla rivista Cell.

Gli esperti hanno osservato che dosi di batterio lactobacillus reuteri immessi nella flora intestinale di ratti con disturbi simil-autistici, sono stati in grado di ristabilire un normale comportamento sociale negli animali. Il batterio favorisce l’aumento della produzione dell’ormone dell’affetto e della socialità, l’ossitocina. Gli studi, dichiarati promettenti, continuano.

Pubblicato da: Redazione AZS

Condividi questo servizio

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *